Jenkins

Jenkins: come aggiornare in automatico i Google Play Services

A volte capita che un progetto abbia come dipendenze i Google Play Services o altre librerie che fanno parte del Google Repository.

In questo caso, Jenkins non si accorge delle dipendenze e dà un errore sulla falsariga di questo:

> Could not find com.google.android.gms:play-services:4.3.23.

La soluzione più semplice è di aggiungere negli script il seguente comando:

android update sdk --no-ui --all --filter "extra-google-m2repository"

Caricamento di file con dimensioni maggiori di 30Mb con ASP.NET 4

Visto che me lo dimentico sempre, lo appunto qui. Da IIS7 in poi c’è un limite di 30Mb sui file che possono essere inviati in POST ed un timeout di 2 minuti sulla richiesta. Una volta bastava modificare l’httpRuntime. Adesso bisogna anche mettere mano alla sezione security di system.webServer

I post originali sono questi:

http://blog.twinharbor.com/2011/07/28/fixing-iis7-maximum-upload-size/
http://www.cyprich.com/2008/06/19/fixing-file-upload-size-limit-in-iis-7/

E qui c’è cosa fare, giusto per averlo a portata di mano:

In system.web:

<httpruntime executionTimeout="100000"
  maxRequestLength="2000000" />

In system.webServer:

<security>
 <requestfiltering>
  <requestlimits maxAllowedContentLength="2000000000" />
 </requestfiltering>
</security>

iTablo Dekstop Designer 2 BETA

L’evoluzione di iTablo Desktop Designer è entrata in fase di BETA testing.

iTablo Desktop Designer è il tool che permette a chiunque di creare documenti interattivi multimediali fruibili su iPad ed iPhone, partendo da un qualsiasi documento PDF.

La versione 2 di questo tool è basata sul framework di Eclipse e sfrutta tutte le ottimizzazioni derivanti da SWT, oltre ad avere un’interfaccia più moderna e tutta una serie di funzionalità nuove che mancavano nella versione precedente.

Per l’occasione ho realizzato un paio di video (niente di professionale) per mostrare cosa si può fare con iTablo e tutta la suite di prodotti e servizi che compongono questa soluzione.

iTablo PDF+ Viewer per iOS
YouTube Preview Image

iTablo Desktop Designer 2 per OS X (e Windows)
YouTube Preview Image

iTablo per iPhone

iTablo per iPhone

iTablo è ora disponibile anche in versione per iPhone (e, chiaramente, come Universal Binary per iPhone/iPad).

Vista la richiesta di una versione anche per il terminale più diffuso di casa Apple, abbiamo sviluppato una versione del nostro lettore di PDF con contenuti multimediali anche per iPhone. Le caratteristiche sono le stesse della versione iPad, con una grafica diversa e più adatta alle dimensioni ridotte del display.

In più, non volendo farci mancare nulla, abbiamo anche aggiunto il supporto per il Newsstand Kit. E’ ora possibile far apparire la propria app nel Newsstand ed inviare aggiornamenti automatici agli utenti che l’hanno scaricata.

A breve andrà online anche la nuova versione del nostro iTablo PDF+ Viewer che è la versione gratuita del nostro lettore.

dab4c_xcode

Gestione rotazione dei device iOS

Ultimamente mi sono dovuto scontrare, per l’ennesima volta, nel delirio del cambio di orientamento dei device iOS. Per quanto in Apple si siano dati da fare per semplificare la vita agli sviluppatori, questo tema è ancora un buco nero. Ci sono diversi sistemi per gestire il cambio di orientamento, di cui uno
Chiaramente, il mio obiettivo è di scrivere meno codice possibile, utilizzare Interface Builder per permettere ai designer di modificare la geometria delle interfacce senza dover intervenire sul codice, ridurre al minimo i calcoli delle posizioni degli elementi all’interno dei controller.ufficiale e presentato da Apple come esempio sul sito developer. Il problema è che, per quanto sia ufficiale, non soddisfa le mie esigenze. Oltre alla rotazione, ho anche il problema di dover presentare interfacce diverse a seconda dell’orientamento e del device (iPhone o iPad).

Alla fine ho optato per un sistema con un UIViewController di base da cui derivano i vari controller portrait e landscape. I controller sono tutti agganciati ad un UINavigationController che si prende cura di mandare i messaggi di willRotate e didRotate ai vari controller collegati senza che dobbiamo gestirceli noi a mano.

Il controller di base contiene anche tutti gli outlet che vengono collegati in IB agli oggetti disegnati nell’interfaccia, così possiamo tenere il codice di gestione di azioni e interazione con gli oggetti al minimo.
Per chi volesse vedere come funziona questo sistema, ho aperto un repository su GitHub chiamato RotationExample

 

 

 

 

 

WSUS EventId 364

Ancora una volta mi sono imbattuto in un fastidioso bug del WSUS di Microsoft. Su un server 2008 ho installato WSUS 3.2 e da qualche tempo ha deciso di non scaricare più gli aggiornamenti segnalando un evento 364 nel log di sistema. Un po’ di ricerche qua e là e scopro di non essere l’unico e, soprattutto, che il messaggio di errore riportato è fuorviante. Il problema non sta nel fatto che il server non supporta la direttiva http-range.

Il problema può essere duplice: o WSUS non riesce a scrivere nella cartella dei download perché l’utente con cui gira non ha i permessi necessari, oppure si è incasinato il BITS e bisogna forzare il download in foreground. Il mio caso è il secondo. Sinceramente non ho ben capito cosa cambi a livello di meccaniche interne di WSUS tra download in foreground e download in background. Fatto sta che sembra sia l’unico modo per risolvere questo problema attualmente.

Alla fine è bastato eseguire questo comando dalla shell:

"%programfiles%\Update Services\Setup\ExecuteSQL.exe" -S %Computername%\MICROSOFT##SSEE -d "SUSDB" -Q "update tbConfigurationC set BitsDownloadPriorityForeground=1"
padconnects

iTablo presente a Pad Connects

Giovedì 13 Ottobre 2011, al Palazzo delle stelline di Milano si terrà la conferenza PAD Connects, una giornata per capire, approfondire, conoscere ciò che serve per portare un magazine dal cartaceo al tablet.

Anche noi di Altralogica saremo presenti con la nostra soluzione iTablo; parleremo ai partecipanti al percorso 1, quello dedicato agli imprenditori/decisori e mostreremo con quale velocità e facilità è possibile portare una qualsiasi pubblicazione da PDF ad iPad, con tanto di elementi multimediali inclusi.

Penso che la forza della nostra soluzione risieda nella facilità d’uso e nella velocità con cui si riesce ad arricchire un semplice documento PDF. In pochi secondi si aggiungono video, widget HTML5, gallerie d’immagini e qualsiasi altro elemento multimediale ci possa venire in mente. Un paio di click ed abbiamo il pacchetto che possiamo caricare direttamente su iPad tramite iTunes per aprirlo con iTablo PDF+ e toccarne il risultato con mano. Quando avrò l’ok dagli amici di Graphiland, che sono nostri partner e distributori e che hanno organizzato una serie di incontri per spiegare la nostra soluzione, pubblicherò il filmato di una delle mie dimostrazioni pratiche.

La cosa divertente è che in pochi minuti riesco a far vedere su iPad il magazine completamente montato e pronto per essere fruito dai lettori finali. Vi assicuro che rimangono sempre tutti stupiti da quanto sia semplice e produttivo. Chi ha avuto modo di utilizzare la suite Digital Publishing di Adobe sa quanto sia oneroso, in termini di risorse umane e di tempo, reimpaginare un magazine appositamente per iPad. Con iTablo, invece, si prende il PDF del cartaceo e lo si trasforma in un attimo, senza l’intervento di programmatori o grafici specializzati nella produzione di contenuti per tablet. Invito tutti quanti ad approfondire l’argomento chiedendo direttamente a me o contattando Graphiland o anche solo visitando il sito di iTablo.

Per ora è tutto, spero di incontrare qualcuno di voi ai seminari di Graphiland o direttamente a Pad Connects :)

 

itablo

Novità su iTablo

E’ da un po’ che volevo scrivere un paio di righe riguardo iTablo, la soluzione che abbiamo sviluppato per la pubblicazione di riviste e cataloghi su iPad. Qualcuno, probabilmente, avrà già letto qualcosa nei miei post di qualche mese fa. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, iTablo è il nome che abbiamo dato a questa soluzione che è composta da un lettore (una app per iPad), un designer (un’applicazione desktop per OS X e Windows) ed una serie di servizi accessori per l’hosting dei contenuti. A che serve? A pubblicare dei PDF arricchiti da elementi multimediali fondamentalmente.

Rispetto agli esordi di un anno fa, il prodotto si è decisamente evoluto. Non sto qui a snocciolare i dettagli.. per quelli c’è il sito (per ora in lingua d’Albione, ma da metà settembre sarà anche in Italiano): http://www.itablo.com/

Magari in un prossimo post parlerò un po’ della tecnologia che sta dietro ad iTablo. Per ora mi limito a dire che sono parecchio orgoglioso del lavoro svolto dal team che lo ha concepito e portato avanti. E sono contento di poter dire di aver trovato un ottimo partner per la commercializzazione di iTablo. Infatti, fin da ora è possibile acquistare iTablo tramite Graphiland, azienda leader nella distribuzione di prodotti per l’editoria. La scheda del prodotto ed il listino sono reperibili qui: scheda di iTablo

Per chi, invece, volesse saperne di più, i signori di Graphiland hanno organizzato una serie di seminari per il mese di Settembre in cui il qui presente mostrerà come trasformare le proprie pubblicazioni cartacee in contenuti multimediali interattivi consultabili su iPad. Qui potete vedere il calendario. Iscrivetevi e non ve ne pentirete! Mi raccomando, nel caso fatemi sapere chi siete e che arrivate da qui! :)

Limite agli sconti sui libri

Oggi mi è arrivata una mail da IBS con questo contenuto:

Gentile Cliente,

ti ricordiamo che dal 1° settembre entrerà in vigore la legge sul libro che prevede non possano essere più effettuati sconti superiori al 15% sul prezzo di copertina, tranne poche eccezioni (tra di esse le campagne promosse dagli editori col limite del 25% e le promozioni sui titoli invenduti da tempo).

Il Fuori tutto è l’ultima occasione per acquistare i libri che desideri con sconti anche superiori al 15% e fino al 50%!

Non perdere quest’opportunità!

Ora io mi domando: visto che non faranno più sconti folli, abbasseranno almeno il prezzo di copertina? Già l’editoria non va a gonfie vele.. se poi si limitano gli incentivi per i lettori.. mah!

Pensieri e appunti di Valerio Santinelli